Connect with us

Letterpress – tecnica di stampa a bassorilievo

Prestampa

Letterpress – tecnica di stampa a bassorilievo

 

In questo articolo parleremo di una tecnica di stampa tipografica molto particolare, il Letterpress.

macchina da stampa

 

Sia le tecniche che le tecnologie di stampa sono in continua evoluzione, ma non dobbiamo dimenticare le origini.

Il Letterpress è una tecnica di stampa tipografica a bassorilievo molto antica, da sempre realizzata con macchine tipografiche “d’epoca” a caratteri mobili.         

Si contraddistingue da altre lavorazioni per la sua capacità di comunicare non solo visivamente, ma anche tattilmente: i testi trattati con questa tecnica risultano infatti incavati o rialzati rispetto alla normale stampa.

 

LA CARTA

Il supporto usato è il cartoncino Gmund Cotton 600g, un carta 100% cotone.

La flessibilità e la stabilità delle fibre di questo supporto 100% cotone dona dei risultati straordinari, in particolare sulla letterpress.

 

spessore_carta

L’EFFETTO BASSORILIEVO CON L’INCHIOSTRO

Il debossing è un processo di stampa nel quale la carta viene pressata nella parte frontale per creare un effetto in rilievo. In inglese, questo si chiama “blind debossing”.debossing

La combinazione tra il debossing e la stampa con la letterpress produce un risultato molto particolare: designer di tutto il mondo hanno ripreso questo procedimento adattandolo al presente.

 

È sicuramente una delle tendenze degli ultimi anni!

 

IL PROCESSO DI STAMPA

La stampa LetterPress utilizza delle tecniche tradizionali e dei procedimenti manuali: cliché e caratteri tipografici realizzati da uno stampatore artigianale, come dimostra il video qui sotto. Si tratta di un metodo totalmente artigianale: come prima cosa viene creata una matrice con i “caratteri mobili”, quindi una volta creato il cliché prima di essere pressato sulla carta viene inchiostrato e a questo punto si può procedere con la stampa e l’effetto bassorilievo.

 

 

INDICAZIONI STAMPA E ESECUTIVO [Exaprint]

Raccomandazioni per il debossing:

    • Spessore minimo: 1 pt (raccomandato 2 mm)
    • Spazio minimo: 1 pt (raccomandato 2 mm)
    • Dimensione minima del carattere: 6 pt
    • Evitate i livelli di grigio, o adattateli per creare delle immagini bitmap senza mezzi-toni o illustrazioni al tratto. Vi suggeriamo di simulare la trama giocado con dei punti, delle linee, ecc. (un pò come nella Pop art)

 

La bellezza delle imperfezioni

    • La letterpress è una tecnica «vintage». Non aspettatevi una scala cromatica come per la stampa offset o digitale. Sulla stessa tiratura, non possiamo garantire la stessa resa dei colori essendo un procedimento di stampa antico, l’effetto è “vintage”. La trama è particolarmente grossa (lineatura 50), vi suggeriamo di non usare troppo i mezzitoni o la scala di grigio. Vi suggeriamo di creare dei colori semplici, le sfumature non sono la specialità della Letterpress. Evitate di miscelare più di due colori primari, escluso per fare un nero ben comprente. Cercate di avere almeno uno dei colori tre colori primari al 100% quando componete un colore e nel caso utilizziate una sola tinta evitate di retinarla (in ogni caso non scendete sotto il 20%). Evitate le sfumature e le immagini in scala di grigio e i fondini grigi (sotto il 20/20/20 sarà evidente la distanza tra i punti del retino sarà molto evidente e il risultato visivo sarà una deformazione degli oggetti e dei colori, mentre tra il 50/50/50 e il 100/100/100, la differenza di colore sarà appena visibile poiché l’ingrassamento del puntino è molto importante).

 

retino

ESECUTIVO DI STAMPA: CMYK + DEBOSSING

  • 1 file PDF per la quadricromia.
  • 1 file PDF per il debossing (in nero 100%).
  • Vi raccomandiamo di inviare dei file vettorializzati, oppure un file bitmap a 600 dpi.
  • Sono anche ammessi i formati TIFF, PSD, JPEG.
  • No RGB, no Pantone, no file separati ne dei file multi-livelli (photoshop).

 

STAMPA PANTONE® + DEBOSSING

  • 1 file PDF per il colore Pantone®.
  • 1 file PDF per il debossing (in nero 100%).
  • Vi raccomandiamo di inviare dei file vettorializzati, oppure un file bitmap a 600 dpi.
  • Sono anche ammessi i formati TIFF, PSD, JPEG.
  • No RGB, no quadricromia, no file separati ne dei file multi-livelli (photoshop).
  • Sono ammesse le immagini bitmap e i mezzi-toni in monocromia (sono preferibili le illustrationi al tratto).

 

* Le indicazioni per la preparazione del file per la stampa sono orientative e non assolute, ogni tipografia può adottare strade o tecniche differenti, vi suggeriamo di chiedere sempre conferma.

 

Come abbiamo già detto, questo tipo di finitura coinvolge più sensi, stimolando in particolar modo quello tattile: il design prende “davvero forma”, l’esperienza diventa unica. Una finitura scelta da chi ha la necessità di distinguersi e di comunicare in modo più incisivo e memorabile con i propri clienti.

 

[symple_button url=”http://www.exaprint.it/Biglietti-Cartoline/letter-press2″ color=”black” button_target=”_self” btnrel=”nofollow”]Vuoi saperne di più sul Letterpress? Clicca qui! [/symple_button]

 

 

Condividi:
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Prestampa

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi