Connect with us

La gestione del colore

Prestampa

La gestione del colore

Inizia la prima rubrica COMPLETA sulla prestampa a cura di Exaprint! Appuntamento fisso ogni martedì! Buona lettura!

Breve introduzione della gestione colore per la stampa offset

La gestione accurata del colore permette di ridurre il più possibile le differenze nella resa dei colori tra le varie periferiche, consentendo di prevedere in maniera affidabile i colori dell’output finale. Questo significa che una volta definito e settato uno standard, potete lavorare più serenamente sul vostro elaborato grafico, gestendolo in totale tranquillità e consapevolezza partendo da ogni tipologia di file sorgente fino ad arrivare all’elaborato finale.

Qui di seguito vi illustreremo la procedura di configurazione del vostro computer destinato alla pre-stampa.
Attenzione: le carte e i trattamenti superficiali di finitura (plastificazione, vernice, etc.)  influenzeranno la resa cromatica del prodotto stampato.

Prendiamo ora come riferimento la suite Adobe ma le stesse impostazioni possono essere utilizzate anche per gli altri software di grafica (ad es. Corel Draw). Prima di utilizzare la sincronizzazione colore con Adobe Bridge, lanciate una delle vostre applicazioni Adobe ed effettuate una prima configurazione (Menu Modifica>Impostazioni Colore).

1

  • Scegliete un profilo RGB largamente utilizzato come l’«Adobe RGB (1998)» o un profilo con un largo gamut.
  • Scegliete il profilo CMYK  adatto alla stampa offset tradizionale e digitale a foglio su carta patinata come il «CoatedFogra39».
  • Quando lo spazio colore sorgente e quello di destinazione sono diversi (RGB e CMYK in questo caso), preferite il modo «Percettivo» al modo «Colorimetrico relativo».

Impostazione colore Creative Suite su Bridge

La gestione del colore 2

Scegliete queste impostazioni colore in Adobe Bridge per sincronizzare tutte le applicazioni Adobe in un solo colpo (Menù Modifica>Impostazioni colore Creative Suite)

Convertire un immagine in CMYK

Utilizzare le preferenze della funzione «Converti in profilo» di Adobe Photoshop (Menù Modifica).

La gestione del colore 3

Utilizzare questa funzione  per ottenere una ottimale conversione in CMYK delle vostre immagini RGB.

Effettuare una calibrazione di base del monitor

Prestate particolare attenzione alle condizioni di illuminazione del vostro ufficio, evitate l’illuminazione diretta e in mancanza di luce normalizzata preferite la luce naturale (diffusa).

Per una Linearizzazione/Calibrazione di base equipaggiatevi di un buon video per le arti grafiche e di una sonda di calibrazione, poi lanciate la procedura con un punto di bianco tra 5000 e 6500°K, una Gamma di 2.2 e una luminanza tra i 100 e 150 cd/m2.

Per una Calibrazione Pro (norma ISO12646): per ottenere una calibrazione secondo le norme ISO12647-2, vi occorrerà un video che permetta la calibrazione colore hardware, una sonda professionale e uno strumento di verifica (UDACT).

 

Fate le vostre domande nei commenti!

[symple_button url=”http://www.exaprint.it/” color=”blue” button_target=”_self” btnrel=”nofollow”]CLICCA QUI E VISITA IL SITO EXAPRINT[/symple_button]

 

Iscriviti alla newsletter dei pirati per non perderti nessuna novità! A breve contenuti esclusivi, sconti e offerte destinate solo a chi è a bordo della nostra nave. Dove potete iscrivervi?  [symple_button url=”http://www.ipirati.net/newsletter/” color=”blue” button_target=”_self” btnrel=”nofollow”]QUI[/symple_button]

Condividi:
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Prestampa

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi