Connect with us

Facebook Video Ads. Costruire un annuncio efficace?

Social media marketing

Facebook Video Ads. Costruire un annuncio efficace?

Da un po’ di tempo Facebook sta incentrando la sua attenzione e quella degli utenti sui video e sullo streaming video, tanto da aver reso il suo visual molto simile a quello di YouTube. Ogni giorno su Facebook vengono visualizzate una media di 100 ore di video. Questo numero così elevato di ore e di visualizzazioni ha trasformato gli utenti in persone molto più esigenti.

Il tempo che percorre dal play (anche automatico) all’azione (cioè se decidere di vedere quel contenuto o meno) è di 0,25 secondi. In questo breve lasso di tempo è necessario assicurarsi che si stia catturando l’attenzione dell’utente, altrimenti con un semplice tap scorrerà oltre nel News Feed. Questo atteggiamento è agevolato dal gran numero di connessioni effettuate dai dispositivi mobili. Da mobile, infatti, per decidere se guardare un video oppure no bastano 1,7 secondi, mentre da dekstop i secondi passano a  2,5. Sono numeri! Così i più esigenti definirebbero questa analisi. Oltretutto i numeri vanno controcorrente rispetto alla strategia che è stata spinta fino ad adesso dallo stesso Facebook.

La Ricerca

Facebook ha voluto fare una ricerca per testare l’efficacia delle sponsorizzazioni video, cercando di rispondere a tutti gli inserzionisti perplessi. Per farlo ha scelto un pubblico non appartenente al mondo creativo e pubblicitario. Gli ha mostrato 850 annunci in lingua inglese della zona degli Stati Uniti/Europa. Ogni annuncio doveva rispondere a 19 domande diverse, raggruppate in quattro parametri: prime impressioni, il branding, il messaggio e le caratteristiche del video.

I volontari hanno guardato i primi 10 secondi dell’annuncio video con l’audio disattivato. Poi, per una valutazione più profonda, i volontari hanno guardato i primi 30 secondi del video con il suono acceso. In questo modo è stato possibile definire quale percentuale di video incontrano i 19 criteri di valutazione e quali no. I dati forniti da Facebook sono stati poi confrontati con quelli di Nielsen per scrivere una guida utile agli inserzionisti e per aumentare le prestazioni dei video nell’annuncio.

Ottimizzazione del video

Da questa ricerca il team di volontari ha notato che la maggior parte degli inserzionisti non considera come viene visualizzato l’annuncio video, senza audio e con l’utente distratto, all’inteno del News Feed. Per questo motivo Facebook invita a sfruttare meglio il messaggio per ottenere l’attenzione degli spettatori in fretta, senza fare affidamento su nessun messaggio audio.

Facebook ha aggiunto, inoltre, lo strumento della didascalia video automatizzata, riducendo così la dipendenza dall’audio. Questo è un grande problema se si pensa che una delle principali caratteristiche di un video è proprio l’audio. Bisogna essere attraenti sin dal primo secondo per attirare ed incuriosire l’attenzione degli utenti.

video-fb-ottimizzazione

Mettere in primo piano il marchio

Questa è una cosa interessante e va controcorrente.
Facebook nota come soltanto il 46% dei video senza audio vengano visti anche senza l’utilizzo dell’audio, perché facilmente riconoscibili e riconducibili ad un marchio entro i primi 10 secondi. Di questo 46% soltanto il 23% degli annunci riesce a trasmettere il messaggio all’interno del primo segmento. Questo dato è interessante perché per invogliare l’utente è necessario colpire la sua attenzione sin dai primi secondi. Cercare di mostrare il marchio nei primi secondi potrebbe andare a discapito dello storyboard  e della creatività, ma se la narrazione è studiata al meglio quest’arma gioca a favore degli inserzionisti e permettere all’utente di non scorrere oltre.

video-fb-ottimizzazione

Costruire annunci video memorabili

video-fb-ottimizzazioneProgettare un video per il marketing vuol dire non perdere di vista il luogo in cui il contenuto video verrà visualizzato. Lo stesso contenuto è percepito in maniera differente tra il mobile e il pc.
La narrazione degli annunci video deve essere pensata in maniera differente a seconda del canale social su cui vogliamo veicolare il messaggio. Facebook è diverso da Youtube, Youtube è diverso da Snapchat etc.

Un buon annuncio video risponde a queste 5 semplici domande:

  • il prodotto/sevizio è chiaramente visibile nei secondi principali del video?
  • il video annuncio contiene una narrazione verbale efficace che permette di invogliare l’utente a continuare a visualizzare il video?
  • è facile identificare il marchio pubblicizzato all’interno dell’annuncio?
  • è possibile comprendere il messaggio che si vuole mandare anche senza attivare l’audio?
  • è necessario inserire i sottotitoli per renderlo più efficace e dare più informazioni agli utenti?

Adesso avete tutte le informazioni necessarie per costuire una narrazione efficace per costruire il vostro annuncio video. Buon Lavoro!

Fonte

Condividi:

Mi chiamo Simone Stricelli, sono un Creative Director e Digital Strategist, da 8 anni mi occupo di costruire strategie digitali per le aziende. Il mio lavoro consiste nel trovare un punto di contatto creativo tra il mondo digitale, dei social media e gli obiettivi dell’azienda, costruendo un piano strategico ed editoriale. È importante individuare gli strumenti giusti, il budget e i canali media a disposizione per non disperdere l’energie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Social media marketing

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi