Connect with us

Facebook: Profilo o Fanpage?

Social media marketing

Facebook: Profilo o Fanpage?

Il mondo dei social network è un luogo ostico per le persone che non riescono a comprenderne i meccanismi. Come ricordavo in precedenza, nell’articolo sul visual storytelling, ogni social network ha una propria identità e una propria composizione che devono essere conosciute in maniera da usare la piattaforma al meglio.

Oggi ci soffermeremo a parlare del social più amato e più odiato del mondo del web.

Facebook è il social network più grande del mondo per numero di utenti. Se fosse un continente sarebbe al terzo posto nella lista mondiale (perché non è ancora arrivato in Cina). Il 50% degli utenti iscritti si connette ogni giorno. All’interno di questa massa di utenti ci sono professionisti e contatti qualificati che utilizzano Facebook per scopi personali, eppure sono facilmente raggiungibili grazie alle informazioni che si possono trovare sui loro profilo; un domani potrebbero essere interessati ai vostri prodotti e divenire i vostri clienti.

La domanda sorge spontanea: “se avete la possibilità di portare i vostri contenuti davanti agli occhi di mezzo miliardo di persone non vale la pena provarci?”

Profilo o Pagina?

Questo è il dilemma di fronte al quale, ogni giorno, un social media qualcosa viene messo alla prova. Chiariamo una volta per tutte la questione. Le persone si creano il profilo, le aziende la pagina. La fanpage (così si chiama) permette una gestione diversa della vostra presenza online senza alcun vincolo, se non quello della vostra immaginazione. La parte più difficile non è creare la pagina (basta seguire le linee guida di Facebook), quanto mettere a punto una strategia in grado di coinvolgere gli utenti o come li chiama Facebook i “likers”.

Essere presenti su Facebook con la vostra pagina vi offre la possibilità di ricevere alcuni benefici per emergere e per poter farvi conoscere agli utenti. Le ricerche sono un movito importantissimo per cui le aziende dovrebbero avere una pagina su Facebook. La fanpage è pubblica ed è accessibile da qualsiasi utente vi cerchi tramite i motori di ricerca. Quando un utente cerca il vostro servizio o il vostro prodotto avete una buona percentuale di uscire tra i risultati.

Ricerca Google - I Pirati Grafici Facebook

Le fanpage che raggiungono i 25 “mi piace” hanno la possibilità di personalizzare con il nome dell’azienda la loro URL. Gli url personalizzati, i nomi delle pagine e le informazioni di pagina sono tutti dettagli che vengono considerati per le attività di SEO.

Url personalizzata Facebook - I Pirati Grafici

Inserite il link del vostro sito nella pagina su facebook e viceversa. I link incrociati aiutano Google a capire il livello di influenza e di penetrazione dei vostri contenuti.

Il reach o penetrazione indica quanto riescono a diffondersi i contenuti che pubblicate sulle vostre fanpage. Indipendentemente dal numero di “mi piace”. Più alto è il numero di persone che condividono i vostri contenuti, più la vostra fama si impenna e maggiormente l’algoritmo di facebook vi inserirà nelle news feed dei vostri utenti.

La diversificazione dei contenuti è la parola chiave del successo nelle fanpage. Non fermatevi a parlare soltanto di voi. Utilizzate l’esperienza dei social network per ascoltare le persone e magari farle diventare parte della vostra strategia di marketing. Prendete, per esempio, il colosso DELL. Oltre a parlare di informatica nella loro pagina ufficiale, hanno deciso di aprire un’altra fanpage nella quale poter parlare di argomenti vicini al loro core business, cercando di alfabetizzare gli utenti al linguaggio dei social network e creare così una coscienza digitale a 360°.

Sempre Connesso…

Ricordatevi che i vostri utenti o futuri clienti sono sempre connessi. Anche se accedono al social network per farsi gli affari loro cercano sempre informazioni riguardanti il loro business e i loro interessi. La notizia non la leggeranno subito, ma sicuramente la salveranno e la leggeranno il mattino dopo mentre si recano a lavoro. Non parlate solo di voi nelle fanpage, altrimenti trasformate il vostro canale in una versione pomposa del sito. Questo approccio funziona con un utente nuovo, ma non per quelli che avete già fidelizzato. Se non creerete contenuti che vi aiutano ad emergere, poco a poco sparirete dalle news feed, e non verrete più visualizzati.

Facebook è un mondo in continua evoluzione e già stasera queste informazioni potrebbero essere vecchie. L’unico modo per carpirne davvero i segreti è quello di viverlo e di studiare tanto.

Per questo vi aspetto per la seconda puntata!

Condividi:

Mi chiamo Simone Stricelli, sono un Creative Director e Digital Strategist, da 8 anni mi occupo di costruire strategie digitali per le aziende. Il mio lavoro consiste nel trovare un punto di contatto creativo tra il mondo digitale, dei social media e gli obiettivi dell’azienda, costruendo un piano strategico ed editoriale. È importante individuare gli strumenti giusti, il budget e i canali media a disposizione per non disperdere l’energie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Social media marketing

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi