Connect with us

Come funziona la pubblicità su Instagram?

Social media marketing

Come funziona la pubblicità su Instagram?

Per qualcuno sarà l’ennesima iniziativa di un colosso per fare cassa e per altri, al contrario, un’opportunità senza precedenti.

Finalmente (fatemelo dire!) si apre anche in Italia la possibilità di sponsorizzare i post su Instagram. Da ieri, infatti, è possibile utilizzare la piattaforma per sponsorizzare e promuovere campagne di advertising. Dal 30 di settembre la piattaforma sarà aperta a tutto il resto del mondo.

Da oggi tra i feed degli amici e dei brand appariranno notizie sponsorizzate, segnalate dalla scritta in alto a destra “sponsorizzata”, come questa lanciata da Instagram per promuovere il servizio.

sponsorizzazione-instagram

Dalle prime analisi questa è una grande opportunità e non solo per le grandi aziende. Di fatto permette anche quelle piccole e medie di aver un ritorno in termini di visibilità e di interazione. Sarà, quindi, normale trovare notizie sponsorizzate all’interno del feed.

La creazione delle sponsorizzazioni viene attivata sempre con gli strumenti dell’advertising di Facebook, come Ads Manager, Power Editor e le API. Gli inserzionisti, dunque, hanno già confidenza con gli strumenti di advertising della piattaforma.

Come per Facebook non è prevista nessuna spesa minima: questo non vuol dire che si dovrà andare al ribasso (parlo del budget), perché la piattaforma offre visibilità a chi investe/spende (dipende dai punti di vista) maggiormente.

Facebook e Instagram dialogheranno: uno sarà integrato nell’altro. Si può decidere che un’inserzione compaia sia in Facebook sia in Instagram o soltanto in una delle due piattaforme. Bisognerà capire, in seguito, come si evolverà nel tempo questa unificazione.

Questa è la mossa che fara diventare Facebook (con il servizio di Audience Network) un’ottima alternaviva a Google Adwords? Nessuno può dirlo, se non il tempo.

La targetizzazione degli utenti è la stessa di Facebook: c’è soltanto da capire come si comporterà con le immagini di Instagram.

Le inserzioni, in questa prima fase, possono avere come scopo quello di dare visibilità ad un video, click che si trasformano in conversioni verso un sito web, l’installazione di un app e le “call action” già presenti su Facebook (scopri di più, installa ora e compra adesso). “Installa ora” e “compra adesso” trovano un collegamento diretto con l’ultimo degli update messi in cantiere da Facebook.

I formati per visualizzare le immagini cambiano. È stato introdotto il formato panoramico, i video ads di 30 secondi e un nuovo servizio detto Marquee, denominato anche “own a moment” che in poco tempo permetterà di raggiungere un pubblico ampio, ideale per eventi e lanci di nuovi prodotti.

Instagram, nonostante abbia molti detrattori, un gran numero di spammer e trolling (basti vedere le prime sponsorizzate per capirlo) è riuscito nell’intento di cambiare forma, innovandosi sempre di più per rispondere alle esigenze del mercato.

Una galleria di quelle segnalate in Italia

Condividi:

Mi chiamo Simone Stricelli, sono un Creative Director e Digital Strategist, da 8 anni mi occupo di costruire strategie digitali per le aziende. Il mio lavoro consiste nel trovare un punto di contatto creativo tra il mondo digitale, dei social media e gli obiettivi dell’azienda, costruendo un piano strategico ed editoriale. È importante individuare gli strumenti giusti, il budget e i canali media a disposizione per non disperdere l’energie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Social media marketing

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi