Connect with us

Pimp my parrot

pimp my parrot

Era una notte buia e tempestosa, nonostante i limiti imposti dalla chat, noi quasi ci guardavamo negli occhi l’uno dell’altro! I capitani di questa avventura si incontrano così, per trovare spunti, per farsi compagnia, per far crescere questa rete, ci scriviamo in chat anche le notti dopo il lavoro (se un dopolavoro per noi grafici esistesse).

Genesi del pappagallo

Quella notte si parlava di tante cose, fra queste notavamo quanto alcuni pirati avessero capacità critica nel commentare i marchi del contest “Disegna il logo dei pirati grafici”.
Io ero admin da poco e ancora cercavo di trovare la mia dimensione, volevo lodare questa partecipazione e come sempre ammirare il senso critico, che riteniamo una grande risorsa, e con la solita goliardia e gioco di ruolo a nome dei pirati scrivevo così:

Abbiamo decretato (se ho capito bene cosa significhi) che ogni buon commentatore di loghi, quindi ammirato e lodato, avrà diritto ad un parlay/parlè* in caso, eventualmente, si trovasse sul trampolino, legato, punzecchiato dalle spade dei pirati, mentre gli squali fan festa la sotto salutando con la pinnetta!

Ogni commento simpatico ci tiene compagnia, ma ogni commento ponderato, o critica costruttiva, se fatta con il rispetto che il codice dei pirati impone, è un tesoro per ognuno di noi che leggerà! Il confronto, la condivisione del flusso di idee ci arricchisce, soprattutto se non condivise, pertanto, accogliete chi spende due parole per voi commentando i vostri lavori, questi vi porta un dono!
[scaso]

*)

Era il 23/10/2014 e parlavamo di quanto sarebbe stato interessante permettere loro di avere un pò di spazio e voce in più. C’è tanta gente interessante che si nasconde fra voi pirati! Quanto siamo diversi e quanto il nostro contributo alla rete può essere complementare? Grafici di ogni sorta, creativi, illustratori, impaginatori, esecutivisti, addetti alla post produzione fotografica etc, di quante cose potremmo parlare?

A questo punto pensammo che ognuno di voi avrebbe potuto beneficiare di questa possibilità, impersonando il pappagallo del capitano, per una settimana suggerire post, link, argomenti e domande che il capitano avrebbe pubblicato a suo nome! Un’occasione per presentarsi o sfogarsi, interagire con tutti i pirati, ma ad una unica condizione, disegnare un pappagallo!

Pimp my Parrot

parrotAbbiamo messo a disposizione dei pirati un orribile pennuto, qualcosa di indubbiamente migliorabile o superabile da tutti, una provocazione se vogliamo, una sfida, pimpare questo pennuto o disegnarne uno nuovo per guadagnarsi il diritto di diventare pappagallo del capitano e avere più voce e alcuni privilegi! Molto spesso questi stessi privilegi portano alla morte ma.. questi son dettagli, siamo pirati mica fatine! LOL

Il nome Pimp my Parrot venne spontaneo al primo pappagallo in carica Guido Casati, avremo modo di parlare di lui! Propose nella sua rielaborazione questo nome che decidemmo subito di prendere in prestito per il futuro, grazie Guido! 😉
Da allora hanno partecipato diversi pirati proponendo le loro opere e aggiungendo dei doni, dei regali, delle grafiche, come il calendario 2015 dei pirati grafici, disegnato da Marco Noviello… parleremo presto anche di lui! A seguire abbiamo avuto alcune eccellenze per stile o fantasia, come Sara Michieli, Davide Daza Zamberlan, Giuseppe LiuzzoGioacchino Ruocco.

Ora tocca a te, vuoi giocare con noi? Accetta questa sfida e dai voce al pirata che sei, diventando pappagallo per una settimana! E buona fortuna Ahoy!
[scaso]

 

Condividi:

Consulente di immagine, Visual designer, Pirata Scaso.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Pimp my parrot

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi