Connect with us

Consulente SEO: intervista a Giuseppe Gagliano

consulente seo giuseppe gagliano

Interviste

Consulente SEO: intervista a Giuseppe Gagliano

Chi è il consulente SEO di questa intervista ?

Giuseppe Gagliano: fondatore della web-agency Juice Media Cloud.

 

Cosa è per te la SEO ?

Per quanto mi riguarda la Seo è soprattutto comunicazione. Nel senso che l’approccio che cerco di seguire è sempre quello di inserire l’ottimizzazione per i motori di ricerca all’interno di una strategia complessiva di comunicazione. Ragionare di parole chiave, di traffico, di concorrenzialità delle nicchie di mercato non ha molto senso, senza stabilire quali contenuti vogliamo veicolare e a quale target sono indirizzati. Del resto, il fine di qualsiasi nostro cliente è quello di ottenere visibilità per il proprio prodotto/servizio. Quindi avere un traffico di qualità per trasformare i contatti in vendite. La consulenza Seo non può essere slegata dalle logiche del Funnel di vendita !

 

Quando e come hai iniziato a occuparti di SEO ?

In realtà la mia formazione è abbastanza trasversale, nel senso che nasco come programmatore puro poi “convertito” al giornalismo. Come giornalista professionista ho vissuto da dentro la nascita dei primi progetti editoriali che incontravano le nuove tecnologie. Era un’epoca particolare dove si sperimentava molto. La Rete non era così affollata di progetti e prodotti. Mezzi diversi, ma il problema della visibilità online era centrale, come lo è oggi. Così ho cominciato gradualmente ad appassionarmi. Ho cominciato a leggere tutto quello che potevo sulla Seo, tutto quello che riuscivo a trovare. La passione è diventata un lavoro.

 

Da circa 2 anni, ti sei trasferito nella Svizzera italiana. Lavorativamente, quali differenze, pro e contro, hai notato rispetto all’Italia ?

Ho scelto di fondare qui la mia agenzia, perché trovo la Svizzera un paese lavorativamente molto interessante. Le infrastrutture legate alle nuove tecnologie sono di assoluto livello e a costi accessibili. Le aziende sono certamente più capitalizzate, pagano meglio e con regolarità. C’è indubbiamente un alto rispetto del lavoro altrui. Una cosa che in Italia, troppo spesso, si fa fatica a trovare.

 

Come sviluppi una campagna SEO per una azienda in un Paese in cui si parlano maggiormente 3 lingue ?

In realtà qui si esce tutti dalla scuola sapendo le tre lingue cantonali, ma l’inglese è insegnato e consigliato. Comunque, se possibile, questo allunga i tempi e l’importanza della fase di preanalisi di un progetto. Ovviamente l’approccio alle ricerche sui motori cambia non poco, a seconda della lingua (meglio della terminologia) che viene usata. Non è solo un fatto di parole chiave o di traduzione accurata, pure importantissime. Diventa, se possibile, ancora più essenziale concentrarsi sulle intenzioni dell’utente che vogliamo raggiungere con quel determinato progetto.

 

Che tipo di evoluzione hai notato nel campo della SEO e dei motori di ricerca dal passato ad oggi ?

A mio avviso la Seo ha sempre avuto una difficoltà: quella di essere percepita esclusivamente come attività di natura “tecnica”. Isola felice di solitari smanettoni che con tecniche più o meno lecite, determinano le fortune o le sfortune di un sito o di un progetto. Così facendo, resta difficile da spiegare e quindi da vendere. Progressivamente, anche grazie ai social network si è assistito ad un progressivo avvicinamento al mondo del marketing e della comunicazione. Nel rispetto di ruoli e competenze, una contaminazione che credo sia positiva.

 

Cosa consigli a chi vuole iniziare oggi a intraprendere la carriera di consulente SEO ?

Rispetto a quando ho iniziato io, chi vuole provare ad occuparsi di Seo ha molti più mezzi a disposizione. Ci sono molte pubblicazioni interessanti, corsi online, forum dedicati, materiale da studiare in diverse lingue. A mio avviso, la capacità principale di un buon Seo è la capacità di analisi. Dei numeri che raccogliamo, dei trend che individuiamo, dalle discussioni che ascoltiamo. Nella prima fase è fondamentale selezionare con cura le proprie fonti per accumulare informazioni e sviluppare un proprio approccio, originale e personale a questo lavoro. Non esistono formule magiche, conta moltissimo la voglia di imparare e di mettersi in gioco su ogni progetto.

Intervista realizzata da Fabio Liuzzi

Condividi:
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Interviste

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi