Connect with us

Psicologia dei Colori Applicata al Brand

colori concentrici

I pirati consigliano

Psicologia dei Colori Applicata al Brand

Cos’è la psicologia dei colori applicata al brand?

 

Perchè la psicologia dei colori scatena, nell’ambiente del marketing, della comunicazione e dell’esperienza sensoriale così tante conversazioni, ricerche e dibattiti; quando questa “finta” scienza è sostenuta da così pochi dati reali senza troppe basi scientifiche a sostegno?

In questo articolo cerchiamo di capire come la psicologia sia in relazione con la persuasione, e come questi due elementi, siano correlati con la nostra percezione e come veniamo, forse, persuasi dall’uso di un colore a scapito di un altro.
Perchè il giallo è associato alla felicità? Perchè negli USA le matite di colore gialle sono il 75% del totale di matite vendute? Perchè il personaggio Green Lantern ha paura del giallo?
Cerchiamo di capire come i colori ci influenzano e come noi ci facciamo influenzare da loro.

Come i colori che sono legati alle esperienze personali possono essere tradotti in sensazioni universali?

 

collage immagini

 

Osserviamo l’argomento dal punto di vista di un nuovo marchio, che si deve lanciare sul mercato, e deve costruire la propria brand identity, l’identità visiva dell’azienda, che riguarda non solo la creazione del logo e del nome, ma si intende tutto ciò che ruota attorno al marchio. Sensazioni, esperienza finale dell’utente, messaggio che l’azienda stessa vuole far percepire, comunicazione visiva e di come porsi sul mercato anche in relazione ai suoi avversari.
Ecco che ci viene in aiuto uno studio, il THE INTERACTIVE EFFECTS OF COLORS  il quale mostra che la relazione fra marchio e il colore possa venir percepito come più o meno appropriato in relazione al posizionamento di mercato della marca stessa.

Questo cosa significa in soldoni?
In altre parole il significato è il seguente: il colore che caratterizza il mio visual rispetto alla marca, viene percepito nella maniera corretta dal mio target in relazione al posizionamento di mercato, tenendo presente la tipologia di prodotto/qualità in rapporto al prezzo di vendita? Il target, percepisce questo valore in maniera positiva e consona, oppure il colore che caratterizza il brand viene assunto come “fuori mercato”?
Un esempio; se dovessi commercializzare cestini da ufficio, caratterizzerò il marchio e il visual con il colore oro? Non credo, essendo il colore non adatto alla funzione/tipologia di prodotto/prezzo.

Lo studio EXCITING RED AND COMPETENT BLUE conferma che le intenzioni d’acquisto sono pesantemente condizionate dai colori, perchè hanno un’influenza nella percezione della marca.
Facciamo un altro esempio; una marca che commercializza in prodotti freschissimi a cortissima conservazione, esempio il latte, non userà mai il marrone per identificare il loro packaging. Questo perchè il marrone nella grande maggioranza non verrà associato a un messaggio di freschezza che il prodotto deve esprimere.

Questo concetto, è ovvio o comunque assunto dal fruitore, per quei marchi storici, o che ormai sono facilmente riconoscibili.

illustrazione psicologia dei colori

illustrazione psicologia dei colori

illustrazione psicologia dei colori

illustrazione psicologia dei colori

 

 

Un nuovo brand, allora, come si dovrebbe comportare per essere notato, riconosciuto e infine assorbito dal target finale?

A questo quesito, ci viene in suggerito dalla ricerca COLOR RESEARCH & APPLICATION di distaccarsi completamente dai nostri competitors nell’identificazione del nostro colore, rimanendo comunque in tonalità e cromie che rispecchino il nostro prodotto.

Uno studio interessante svolto sui colori, è quello condotto dalla Psicologa e Professoressa di Standford, Jennifer Aaker, nel libro DIMENSIONS OF BRAND PERSONALITY dove individua cinque dimensioni che giocano un ruolo sulla personalità: sincerità, eccitazione, competenza, sofisticatezza e rudezza. Ogni dimensione si suddivide in ulteriori sottocategorie che completano l’analisi globale.

Arrivati a questo punto, è di vitale importanza sottolineare il fatto che il colore e la sua scelta, non è, e non può essere universale. Non è possibile creare delle linee guida facili, sintetiche e omologabili a tutte le evenienze. Un fattore predominante nella scelta del colore che caratterizza il logo, è il contesto in cui si sta lavorando, fattore da tenere assolutamente in considerazione.
Facciamo un esempio; il bianco nei Paesi Europei ed Occidentali è abbinato a sensazioni di purezza e calma; Apple con il colore bianco vuole evocare pulizia e amore. In Cina e nei Paesi Orientali (soprattutto), è il colore che si identifica con il lutto e la morte.
Per questo il contesto in cui si deve lanciare il proprio brand è rilevante per la vita del marchio stesso.

I colori si differenziano anche tra i gusti degli uomini e delle donne, non solo per la sola psicologia inconscia. Uno studio approfondito sulle diversità dei colori tra i sessi è il COLOUR ASSIGNEMNT. Da questo studio si evince che il colore blu è quello che, tra i gusti, è il più apprezzato sia tra le donne che gli uomini. Non vi nascondo che io mi ci ritrovo in pieno in questo studio, avendo io stesso come colore preferito il blu oltre che il rosso. Il viola invece, sempre in questo studio, mostra come sia molto apprezzato dalle donne, mentre provoca grande disgusto negli uomini. Un altro colore che provoca reazioni simili tra i due sessi è l’arancione, colore che provoca disgusto.
In sintesi: gli uomini preferiscono toni scuri, sfumature accese e nette tra loro; le donne, invece, prediligono toni più soffici e morbidi e delle sfumature più omogenee con tonalità chiare.

illustrazione psicologia dei colori

Nei successivi articoli analizzeremo i singoli colori, come vengono utilizzati, quali emozioni provocano e quali brand hanno scelto di caratterizzarsi con uno, invece che un altro colore.

Per consigli utili e o suggerimenti lasciate un messaggio. Buona tavolozza a tutti!

Condividi:
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in I pirati consigliano

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi