Connect with us

Un Benvenuto in Bodoni Bold

Grafica

Un Benvenuto in Bodoni Bold

 

“C’era una volta un piccolo programma che sognava di realizzare grandi riviste”. Se fosse una favola questo sarebbe un ottimo inizio. Invece stiamo parlando di Adobe Indesign, un programma che è diventato uno standard professionale per l’impaginazione e io sono qui per presentarvelo.
Era il 1999. Il “baco del millennio” si avvicinava a grandi passi, e Keanu-Neo sceglieva tra la pillola rossa e quella blu. Il must per l’impaginazione professionale si chiamava “Quark XPress“, con qualche concorrente di nome “Scribus” e “Pagemaker“. Se dovevi stampare in tipografia dovevi realizzare file “ps” che dovevano essere stampati su pellicola, fotoincisi su lastra, e stampati un colore alla volta con un procedimento che oggi fa sorridere mentre allora era l’unica strada.
Negli stessi anni la Adobe si è fatta largo da un po’ a sgomitate con un “certo” software per il fotoritocco: Photoshop, quando si presenta sul mercato con “Indesign”, ed è subito boom. Supporto multilingua, gestione avanzata dei caratteri Open Type, gestione delle trasparenze e integrazione con gli altri prodotti Adobe lo rendono da subito un pericoloso concorrente.
Versioni successive del software daranno la possibilità di impaginare da remoto tramite la relativa interfaccia web.
A livello tecnico l’estensione proprietaria dei file è “.indd”, e i tipi di file producibili sono svariati. Integrazione con xml, stampa tipografica tramite pdf, produzione di file multimediali (sempre) pdf, epub e persino pubblicazioni destinate ad app iPad.
In questo senso sono assolutamente… “sfiziose” (passatemi il termine tecnico!) le possibilità date da Indesign con inserimento di panorami a 360°, form preimpostati, gallery fotografiche, inserimento video e contenuti html lo rendono un prodotto assolutamente all’avanguardia nel settore del desktop publishing.
Su questa pagina mi piacerebbe creare una sezione dove non presentare semplicemente articoli, tutorial e quant’altro su Indesign, ma mi piacerebbe realizzare una specie di “laboratorio creativo” sull’impaginazione, dove ci si incontra, confronta, scambia consigli, suggerimenti ed idee, facendo della condivisione un bene primario.
Utopia? Mi aiutate a trasformarla in realtà?

Condividi:

Adoro viaggiare, l'Egitto, il blues, una serata in compagnia di birra e amici. E le mie 4 splendide nipotastre. Non posso vivere senza di loro così come non posso fare a meno di nominare tutti i livelli dei miei file psd, anche se ne hanno solo 4.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Grafica

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi