Connect with us

Lupo Alberto sul galeone dei Pirati?

Grafica

Lupo Alberto sul galeone dei Pirati?

Credo di adorare i suoni onomatopeici e di essere in parte grafico e in parte cartone animato perché adoravo i suoi “zitt zitt” per intrufolarsi nella fattoria. Di quale fattoria parliamo? Ma della Fattoria McKenzie e di Lupo Alberto Siòre e Siòriii!!!!

Il nostro Lupo ha festeggiato da poco il numero 400.

Qualche pelo da celeste si è fatto grigio, ma il brizzolato “acchiappa”. E in ogni caso il Lupo ha ancora voglia di raccontarsi e di raccontare. Pochi fumetti possono festeggiare un traguardo con così tante candeline, Tex, Zagor, Diabolik, Alan Ford. E forse finiscono qua.

La storia personale e quella editoriale

Lupo Alberto cerca di coronare il suo sogno d’amore quale novello Ulisse da oltre quarant’anni dalle pagine di varie testate. Anzi, Ulisse “je fa un baffo”, perché lui è stato “solo” dieci anni in giro prima di tornare dalla sua Penelope.

Il Corriere dei Ragazzi prima, Eureka e Editoriale Corno poi, hanno creduto nel nostro “lupastro”. E a ragione, visto che dagli anni 80 il Lupo farà le sue scorribande non solo in edicola, ma in tv, nei negozi di giocattoli e gadget, per finire nei videogiochi, diventando un fenomeno di costume. Tralascio la cosmogonia, o dovrei dire “fattogonia”, del variopinto mondo del “nostro” Silver-Esopo (n.d.p.p.: e fatemele dì le uniche due cose che so!) perché è più che conosciuta! Basta dire “Ehilà Beppe vien giù che ti offro un maraschino!” che viene subito in mente quella che è col tempo diventata la spalla principale del nostro eroe: Enrico la Talpa.

 

Sarà l’omonimia ma a me Enrico la Talpa e Cesira ricordano il grande Enrico Beruschi e la consorte-vittima-complice Margherita Fumero

Lupo Alberto fenomeno di costume?

Mentre l’aspetto sul quale vorrei concentrarmi è COSA abbia rappresentato Lupo Alberto nel tempo. E’ stato sicuramente un fenomeno di costume, il fumetto da tenere un po’ nascosto sotto il banco perché non era corretto come Topolino. Somigliava più a Paperino, e in più non avrebbe disdegnato di alzarvi il dito medio, o farvi il gesto dell’ombrello. Cosa che oggi fa sorridere ma che negli anni Ottanta significava epurazioni di livello staliniano della vostra scorta di fumetti.

Lupo Alberto era sì alla perenne ricerca di portarsi in camporella la sua Marta, ma non ha trascurato di raccontarci temi anche importanti come l’omosessualità, l’immigrazione, la morte (“uccello”… sigh), la politica.

“Su Beppe facciamogliela vedere a questi baciapile!”

 

Lupo Alberto in preda alla commozione dopo la morte di Uccello (ragazzi io davvero ci ho pianto)

 

Sempre pronto a dirvene quattro ma col sorriso sulle labbra.

Come tutti i fenomeni destinati a diventare trasversali, Lupo Alberto ben presto diventa testimonial per diverse campagne, una tra tutte la storica “Come ti frego il virus” del 1991 per la prevenzione dell’Aids. Ma presta la sua faccia – da schiaffi – per Legambiente, Telefono Azzurro, Emergency, Onu, per citarne alcuni.

Campagna di prevenzione per il Ministero della Salute – 1991

 

Appuntamento con Silver!

Giovedì 25 Ottobre io e il mio socio “Mr President” avremo il piacere di avere ai microfoni di Juice Radio Italia nientepopodimenoche GUIDO SILVESTRI: il  “SILVER” che leggete in calce alle vignette del vostro lupo preferito.

Non mancate, è un’occasione davvero unica e ne siamo molto felici.

Silver, ti aspettiamo.

 

Condividi:
Continue Reading
You may also like...

Adoro viaggiare, l'Egitto, il blues, una serata in compagnia di birra e amici. E le mie 4 splendide nipotastre. Non posso vivere senza di loro così come non posso fare a meno di nominare tutti i livelli dei miei file psd, anche se ne hanno solo 4.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Grafica

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi