Connect with us

Quando i loghi delle tv erano oggetti veri

Grafica

Quando i loghi delle tv erano oggetti veri

Loghi ovunque ma non come questi! Loghi della tv handmade!

L’avevo già visto e lo conoscevo ma rivederlo è sempre come fosse la prima volta. Il logo utilizzato per RTF Eurovision è un fottutissimo spettacolo perché ci ricorda da dove proveniamo, ci ricorda che una volta non tutto era così facile e scontato.

La storia è l’unico modo per guardare al design nel modo corretto. La conoscenza del passato è l’unico modo per comprendere al massimo le dinamiche di qualsiasi settore e soprattutto,  l’unico modo per far scaturire un vero progresso nella comunicazione visiva

Ma bando alle ciance da vecchia pirata, se fai brand design non puoi non conoscere questa foto.

 

Il logo dell’RTF è stato costruito nel 1954 molto prima che i computer permettessero di creare tutti i tipi di immagini dinamiche, con effetti 3D, in modo rapido e senza limiti di immaginazione.

Pensate che roba. A me vengono i brividi: i loghi tv fatti da veri artigiani che costruivano fisicamente tutto quello che poi la camera doveva riprendere.

Un vertice. Le linee sottili che si incrociano per formare dodici stelle non erano, quindi, un disegno su un piano, ma una sorta di tunnel di corde intrecciate. Un groviglio di linee e una luminosità che evidentemente non si riuscivano ad ottenere con i mezzi 2D dell’epoca.

Qui potete anche vedere il video

 

La versione più lunga

Approfondiamo, visto che oramai ci siamo dentro.

Ma non solo Eurovision, eccone ancora! Ecco altri loghi TV

Un’altra famosa identità fisica della TV fu il logo della BBC in uso dal 1981 al 1985, basato su un dispositivo fisico che comprendeva uno specchio e un globo, appunto.

Il BBC Globe non è stato “rotoscopato” o animato, ma è stato registrato dal vivo utilizzando il sistema di telecamere Noddy e il colore è stato creato regolando il contrasto.

Fantastico, vero?

 

 

 

Una delle sequenze fisiche di intro della TV più elaborate era l’ introduzione della HBO del 1983 che, nonostante avesse l’impressione di essere animata o creata digitalmente, era in realtà costruita quasi interamente con oggetti fisici.

Ecco un video di 10 minuti su come è stato realizzato.

Ma continuiamo con un’altra immagine fantastica: ecco com’è stato realizzato il logo della MGM.

Ebbene si, c’è il leone, la scenografia, il macchinista, scenografo. Favoloso.

E per finire un’altra chicca incredibile: il logo di Columbia Pictures. 

Qui sto per svenire, credetemi. Pensate a lei, in posa, con un inizio di tendinite acuta. Aiutatemi a capire chi era questa donna.

Adesso tento di rinvenire, ho con me i sali di Paperino.

Se avete anche altri esempi di questo tipo di elaborazioni,  commentate! Scriveteci!

Sapete che i pirati hanno un nuovo logo? Suvvia, guardate il video di presentazione. L’avete già visto? Riguardatelo che fa bene 😀 

Pirati Grafici – il Rebranding

Una Benda, un cannone o una P? Li vogliamo tutti! Ecco finalmente il nostro nuovo logo! Guarda il progetto Behance, link al primo commento.Iscriviti alla #newsletter per essere tra i primi a ricevere l'articolo completo sulla realizzazione del Brand dalla A alla Z e per scoprire il nuovo #sito dei pirati che arriverà a giorni! I pirati sono tornati! tenete alte le bandiere, qui c'è tanto mare da navigare insieme!

Pubblicato da Pirati Grafici su Venerdì 19 aprile 2019

Qui il link al progetto completo su Behance 😀 

Condividi:
Continue Reading
You may also like...

Admin [pAt] - Founder & Capitain of the ship at ipiratigrafici.it - Creative director - Graphic designer freelance from 2009 - Blogger - Team Manager. Contact me: pat@ipiratigrafici.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Grafica

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi