Connect with us

PSICOSI E LENTICCHIE – La paura del terrorismo raccontata dai designer

Curiosità dal mondo

PSICOSI E LENTICCHIE – La paura del terrorismo raccontata dai designer

Gli attacchi di Parigi dello scorso 13 novembre 2015, come prima di allora l’attacco a Charlie Hebdo, hanno scosso violentemente la quotidianità di milioni di persone: dalle vicende, sono stati più di cento in tutta Italia i falsi allarmi di pacchi, auto, bagagli abbandonati sospetti, dentro ai quali si credeva si celassero degli ordigni; proprio il grande numero di queste segnalazioni è stato indice di un evidente propagarsi di una vera e propria psicosi collettiva, un pericoloso “terrore del terrore”, capace di renderci perfino diffidenti di qualsiasi oggetto ci circondi.

In risposta a questa preoccupante tendenza, gli studenti di design Simone Melis e Andrea Lascala dell’università di Bolzano hanno dato vita al progetto “Psicosi e lenticchie – Cronache di un’Italia che trema”, che racconta attraverso pannelli e miniature la trasformazione degli oggetti di ogni giorno in simboli del terrore (da qui, il titolo).

ultima

Titoli all’esterno dell’istallazione

1 pirati

Particolare di un titolo all’interno dell’istallazione

Il progetto, nato all’interno del corso dei professori Giorgio Camuffo, Hans Höger e Matteo Moretti dell’università di Bolzano, trae le proprie origini dalla rielaborazione di una raccolta di 385 articoli su 144 casi di falsi-allarmi, tradotti graficamente in pesanti titoli che insieme generano veri e propri muri di testo; questi ultimi ricoprono le tre funzioni di delimitare lo spazio dell’istallazione, di attirare l’attenzione dei passanti (attraverso gli enormi e grotteschi virgolettati) e di creare una suggestiva scenografia al vero cuore dell’istallazione, una piattaforma che ospita un’infografica circolare – quasi come un orologio – che racconta un intero mese di segnalazioni; a valorizzare questa parte centrale, le miniature degli oggetti al centro di queste denunce che, arancioni, decontestualizzati e così giustapposti, rendono pienamente l’idea di potenziale pericolosità che i denuncianti hanno percepito nel vederli singolarmente.

 

pirati 3

Titoli di giornale fanno da sfondo a un’infografica circolare.

12_installation

Le miniature degli oggetti delle segnalazioni

Raccontano gli studenti:

“Paura” è una delle parole più discusse dell’immaginario contemporaneo.
L’arma della paura è stata, e sarà, uno degli strumenti più potenti per controllare le masse. Gli ultimi attentati coadiuvati dalla strategia mediatica dell’Isis, curata in ogni dettaglio, hanno contribuito al diffondersi di un clima di terrore che va a modificare il nostro quotidiano.
“Psicosi e lenticchie – Cronache di un’Italia che trema” vuole stimolare una riflessione ed aprire un conseguente dibattito su come la paura e l’allarme terrorismo vengano amplificati dal sensazionalismo dei media, alterando la percezione degli oggetti quotidiani e modificando la nostra vita quotidiana.

2 pirati

GOG_WS/SI_2015/2016 progetto Giorgio Camuffo _il futuro_

Condividi:
Continue Reading
You may also like...

Brand designer e Art Director; Laureato in Communication Design e Professor Assistant presso il Politecnico di Milano. I suoi artefatti sono frutto di una continua ricerca di coerenza, memorabilità, funzionalità e sintesi grafiche.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in Curiosità dal mondo

To Top