Connect with us

Buondì Motta e l’Esplosione Finale

ADV

Buondì Motta e l’Esplosione Finale

La saga finale. Lo spot di Buondì Motta è giunto al termine.

Sto parlando dello spot più chiacchierato degli ultimi anni per la leva comunicativa che ha utilizzato. Si parla di marketing e di black humor.

Lo spot in questione è quello che vede protagonista una bambina che, parlando con i genitori e il postino, dice che vorrebbe una colazione capace di unire leggerezza e golosità. Prima la mamma, poi il papà e infine il postino le danno sempre una risposta negativa e pertanto vengono colpiti da un’asteroide e da una mega merandina.

Fin dalla messa in onda del primo spot è stata una campagna virale, scatenando diversi dibattiti tra esperti e commenti sui social.

È stato completamente abbandonato il cliché della famiglia perfetta, che fa colazione tutta assieme, noto già agli occhi del telespettatore. La famiglia viene spazzata via, suscitando le reazioni più disparate, centrando così l’obiettivo di massima visibilità.

A settembre la mamma, poi il papà e poi il postino.

Poi il silenzio, fino a quando è apparso l’episodio finale. A pronunciare la fatidica frase, in questo caso, sono un medico dell’ospedale in cui si trovano la mamma, il papà, il postino, la bambina e il medico.

Nella scena successiva è il sacerdote che ricordando le vittime dell’ospedale viene colpito dall’asteroide che distrugge la terra.

Nonostante le polemiche e le varie segnalazioni, i creativi di Saatchi & Saatchi Nico Marchesi e Riccardo Castagno hanno saputo tener viva l’attenzione.

La cosa più interessante, secondo me, è che sono riusciti a mettere insieme la morte di una bambina [politicamente scorretta e allucinante per la nostra concenzione occidentale], la morte di una madre [anche questa non è concepibile] e l’esplosione della terra con estinzione del genere umano [scoretta oltremodo], sdoganando così dei concetti sui quali nessuno di noi potrebbe acconsentire.

Ma il colpo di genio è arrivato proprio con la chiusa finale.

I creativi continuano a giocare sul concetto di black humor e, attraverso il dialogo-monologo di Dio [inpersonificato da un personaggio “smanttone”], dice che la colazione c’è perché l’ha inventata lui e a Lucio [alias lucifero] gli dice che deve reinstallare la terra.

Ci vorrano solo [si fa per dire] 5 miliardi di anni.

Personalmente la strategia di marketing che c’è dietro la comunicazione è piaciuta molto. Per una volta abbiamo visto un marchio crearsi un percorso e un sentiero nuovo, non ricercando la solita strategia di instant marketing (s)forzata. Voi che cosa ne pensate?

Condividi:
Continue Reading

Mi chiamo Simone Stricelli, sono un Creative Director e Digital Strategist, da 8 anni mi occupo di costruire strategie digitali per le aziende. Il mio lavoro consiste nel trovare un punto di contatto creativo tra il mondo digitale, dei social media e gli obiettivi dell’azienda, costruendo un piano strategico ed editoriale. È importante individuare gli strumenti giusti, il budget e i canali media a disposizione per non disperdere l’energie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in ADV

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi